Essere più veloci usando la testa

Essere più veloci usando la testa

Spesso si sente dire che la corsa è uno sport dove la testa è tutto e io sono pienamente d’accordo con questa affermazione.

Quante volte ci è capitato di ascoltare la nostra voce interiore che diceva: “guarda che vai troppo veloce, così non ce la fai, rallenta” oppure “no non ce la faccio, basta mi ritiro”. Penso che un po’ tutti quanti abbiamo avuto questo tipo di dialogo interiore, dove una parte dice “basta” e l’altra “dai ancora un chilometro”.

Questo perché mentre corriamo abbiamo molto tempo per pensare e lasciar scorrere i pensieri e se non indirizzati nella giusta direzione, i nostri pensieri tendono ad essere controproducenti, mentre invece se usati nel modo giusto possono essere la giusta arma segreta per avere una marcia in più.

Oggi andremo a vedere 4 semplici tecniche per migliorare la nostra prestazione in gara, usando la forza della nostra mente.

Premetto con il dire che sono tutte tecniche che vanno allenate, con la pratica diventeranno come un bottone che si accende e si spegne a comando, ci vuole tempo e pratica, come dobbiamo allenarci nelle ripetute per essere veloci dobbiamo anche allenare la nostra a mente ad essere forte.

 

  1. Programmare e visualizzare. Primo aspetto fondamentale che probabilmente quelli con più esperienza già fanno è avere un piano su come affrontare la gara, studiare a tavolino il percorso, decidere i tratti dove poter spingere e dove rallentare. In questo caso nelle settimane precedenti la gara, prendersi 10 minuti un paio di volte a settimana chiudere gli occhi e visualizzare la gara, visualizzare nella nostra mente quello che faremo, come lo faremo, e come otterremo quello che desideriamo, quello per cui ci siamo così duramente allenati fino adesso. In poche parole dobbiamo vivere nella nostra mente la gara che andremo a fare, entrando nello stato d’animo che ci servirà per essere al meglio durante la gara e ancor più importante visualizzare nella nostra mente il raggiungimento dell’obiettivo.

 

  • Entrare nello stato d’animo. Per affrontare una gara al meglio è necessario avere il giusto stato d’animo, quindi prima della partenza è importante avere le giuste sensazioni e il miglior modo per far questo è studiare una routine di gesti ed azioni che ci portino quelle sensazioni che ci serviranno a breve. Io per esempio ascolto sempre un determinato tipo di musica che mi carica, faccio sempre gli stessi movimenti di stretching e riscaldamento e così via… In televisione si vedono spesso campioni dello sport eseguire sempre le stesse azioni prima di una partita, questo è ciò che dobbiamo fare anche noi. In allenamento dovete studiare e programmare la vostra routine pre-gara per arrivare alla partenza al meglio delle vostre possibilità e con le giuste sensazioni.

 

  • Gestire la gara. Durante la gara se in teoria avete già eseguito nelle settimane precedenti il punto 1 ora dovrete già sapere quello che dovete fare, il problema è che spesso la testa ci rema contro, abbiamo quella vocina interiore che ci demotiva, che ci spinge a rallentare quando invece il corpo potrebbe fare di più. In questo caso abbiamo a disposizione un’ottima tecnica, la tecnica del mantra, cioè trovare delle parole da ripetersi durante tutta la gara per combattere i momenti difficili e tornare a dare il meglio di se. In poche parole dobbiamo trovare quelle parole o una breve frase, adatta a come vogliamo gestire la gara, che ci serve per raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati, che vada dal “forza!!” “più veloce” al “tranquillo piano piano”. Ognuno ha la sua, non c’è una regola e basta ripeterla spesso durante tutta la gara nella propria testa (eviterei di usarle ad alta voce per evitare di essere presi per matti 😉 ) ed avrà la funzione di far scattare quel bottone interno per dare il meglio di se e sconfiggere quella vocina che tende a buttarci giù.

 

  • Finire al meglio. Penso che sia successo anche a voi di essere superati in volata negli ultimi 500 metri, oppure di finire più piano di come si è partiti. In questo caso probabilmente si sono gestite male le proprie energie e si è arrivati alla fine scarichi. Ma anche qui c’è un modo per abituare la nostra mente ed il nostro corpo a dare il meglio nell’ultima parte di una gara. Per migliorarsi in questo aspetto è necessario insegnare al nostro corpo e soprattutto alla nostra mente a finire gli allenamenti al massimo o comunque accelerando il ritmo, per esempio si può fare l’ultima ripetuta dando il 120% oppure fare l’ultimo chilometro ad un passo più veloce, anche qui trovare un mantra da utilizzare durante gli allenamenti, che andrà poi ad aiutarci negli ultimi metri della gara. Quindi bisogna allenarsi ad andare forte nell’ultima parte degli allenamenti ripetendosi un mantra che ci carichi, per poi utilizzarlo come “il bottone rosso di una bomba atomica” in gara.

Queste sono delle semplici tecniche che non richiedono molto tempo ma che ci daranno una marcia in più e la giusta predisposizione mentale per affrontare al meglio le sfide e raggiungere l’obiettivo tanto desiderato.

Buona corsa a tutti! #NoLimits

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.